Roma Tre: intollerabile commemorare i militanti di Alba Dorata

Il giorno 13 novembre, nella sede della Facoltà di Economia di Roma Tre, un gruppo di studenti riconducibile a organizzazioni studentesche del nostro ateneo, ha organizzato un’azione per commemorare la morte di due militanti dell’organizzazione greca di estrema destra Alba Dorata, uccisi in un agguato.

L’azione è stata rivendicata con uno striscione che portava la firma “studenti di Roma Tre”. Condanniamo fermamente quanto avvenuto: crediamo che l’azione messa in atto sia doppiamente strumentale e inaccettabile, sia perché gli individui in questione hanno firmato la propria azione come “gli studenti di Roma Tre”, arrogandosi così indebitamente la rappresentanza del pensiero di noi tutti, sia perché, dietro il pretesto del ricordo di due giovani morti a causa dell’intolleranza politica, si cela l’intento di sdoganare il pensiero dell’organizzazione che vi è alle spalle, enfatizzando ideologie eversive di estrema destra.

Prendiamo le distanze da un gesto che riteniamo strumentale, poiché non possiamo accettare che si utilizzi la sacrosanta condanna di qualsiasi omicidio per edulcorare e legittimare la natura di un’organizzazione politica violenta e neonazista.

Chiediamo all’amministrazione di Roma Tre di non restare colpevolmente in silenzio e che siano presi provvedimenti per impedire certi episodi, al fine di preservare l’Università, come libero spazio di confronto e democrazia, dalle derive ideologiche intolleranti dell’estremismo politico.

1450227_10201389330989325_205366475_n

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *