Diritto allo studio, la proposta del Rettore Panizza non risolve i problemi

Il Presidente del Crul e Rettore di Roma Tre, Mario Panizza, ha dichiarato nella giornata di ieri di essere favorevole alla proposta del Ministro Giannini di assegnare agli atenei la gestione diretta del diritto allo studio. Secondo Panizza ciò escluderebbe le iniquità tra Nord e Sud ed eviterebbe la cattiva gestione dei fondi.

Dichiara David De Concilio, coordinatore UDU Roma: “La proposta di Panizza e Giannini scarica la responsabilità dei problemi del sistema di diritto allo studio sulle regioni, che ne hanno attualmente la gestione. Ritenere che un cambio di destinazione dei fondi rappresenti la soluzione alla profonda crisi del diritto allo studio universitario elude però il vero problema, ovvero l’assenza di finanziamenti adeguati da parte del governo. Crediamo che ridurre l’attuale emergenza  a un mero attacco agli enti regionali sia una banalizzazione che cerca di mettere in secondo piano le profonde responsabilità del governo”

Conclude De Concilio: “Pur apprezzando gli sforzi di Panizza e gli investimenti operati per diritto allo studio locale, crediamo che oggi siano necessari maggiori finanziamenti strutturali e che non si possa ridurre il problema a una questione di governance. Il nostro Paese continua a essere al riguardo il fanalino di coda in Europa: situazione aggravata, come più volte denunciato dal nostro sindacato, dall’emergenza esodati a causa del nuovo ISEE e dalla permanenza di un gran numero di idonei non beneficiari, di cui Roma e il Lazio sono situazioni esemplari. Ciò che serve realmente sono interventi finanziari sistematici a livello nazionale, affiancati da soluzioni puntuali nelle regioni e negli atenei, che risolvano le difficoltà in cui versano migliaia di studenti”.

Fondi_dsu_panizza-01

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *