BORSE DI STUDIO: OGGI TAVOLO TRA LAZIODISU E STUDENTI. PROPOSTA CONGIUNTA DI UDU, RUN E PRIMAVERA STUDENTESCA


 

tmp_32750-12376234_484141248434810_4149442371854413121_n.png-306418825Stamattina si svolgerà, presso lo studentato di Via De Dominicis in Roma, un incontro tra le associazioni universitarie del Lazio e il Commissario Straordinario di ‪#‎Laziodisu‬, Prof. Carmelo Ursino, riguardo ai provvedimenti straordinari che l’ente regionale per il diritto allo studio intende assumere per ridurre l’impatto negativo che la riforma dell’‪#‎ISEE‬ ha prodotto sul numero dei vincitori di borse di studio e posti alloggio per l’a.a. 2015/16.
Le associazioni studentesche UDU Roma, RUN Roma e PrimaVera Studentesca di Cassino, hanno prodotto a tal proposito delle proposte da sottoporre a Laziodisu per affrontare la grave situazione che si è creata.

Nella regione Lazio per l’a.a. 2015/2016 ben 9427 studenti su 24091, pari al 39%, risultano esclusi dalla borsa di studio, mentre altri 1675 su 4586 (il 36%) dal posto alloggio. Per quanto riguarda le borse di studio, infatti, circa 2753 richiedenti (il 53%) sono stati esclusi per motivi burocratici facilmente sanabili, causati proprio dalle nuove modalità di presentazione. Per il restante 47% di studenti richiedenti borsa di studio, esclusi per motivi economici, è necessario tuttavia adottare misure e correttivi che vanno dall’inclusione in graduatoria di quanti hanno una posizione sanabile, fino alla predisposizione di misure ad hoc.

Per questo, come associazioni studentesche del Lazio, chiediamo a Laziodisu e alla Regione Lazio di adottare i seguenti provvedimenti per far fronte all’emergenza ISEE:
• la remissione in termini di tutti i richiedenti esclusi dai benefici per motivi formali o burocratici, mediante una proroga dei termini per la regolarizzazione della propria posizione;
• la riapertura del bando per l’emanazione delle borse di studio regionali, prevedendo l’innalzamento del valore degli indicatori riportati nel bando di concorso 2015/2016 (ISEE: € 19.468,75 ed ISPE: € 34.069,40) fino al massimo previsto dal MIUR per l’anno accademico corrente (ISEE: € 20.998,37 ed ISPE: € 35.434,78);
• la previsione di misure agevolative che vadano incontro agli studenti che, pur avendo, a causa delle nuove modalità di calcolo, valori ISEE ed ISPE superiori ai limiti ministeriali, si trovino comunque in condizioni economiche svantaggiate;
• le misure da attuare (come già avvenuto in altre regioni) potrebbero sostanziarsi nell’erogazione gratuita dei servizi del diritto allo studio, nell’esonero dalle tasse universitarie o nella previsione di agevolazioni in casi particolarmente svantaggiati (come ad esempio in caso di disoccupazione di un membro del nucleo familiare). A tal proposito chiediamo che quanto prima sia convocato un tavolo tecnico con Laziodisu, la Regione Lazio, le università statali e le associazioni studentesche per discutere dell’implementazione di tali disposizioni.

Potrebbero interessarti anche...

Una risposta

  1. Hosting scrive:

    Quali importi devo inserire in merito alle borse di studio eventualmente percepite nell’anno solare 2015? Devo considerare anche le borse percepite da Laziodisu?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *